Estate al mare: S come Sole, Sale, Sabbia = Salute

Il sole è la sorgente di vita, se non ci fosse il sole, la terra non sarebbe abitabile. Dal sole ci arriva l’energia primaria, da esso noi traiamo nutrimento, attraverso i vegetali che crescono grazie al sole, e la forza per la vita. Il colore grigio è simbolo di tristezza, il nero è il simbolo della morte, del buio della paura, il bianco è il colore asettico della purezza, della solitudine, ma anche della medicalizzazione, il verde ci fa pensare alla bile, all’acidità e alla rabbia, nessuno di questi colori ci attrae particolarmente.

Il sole invece è la luce, il calore e la fonte di colori caldi e stimolanti. Il sole con i sui raggi caldi e colorati di rosso, arancio, giallo, stimola il nostro corpo, la nostra mente producendo attraverso essi, dei cambiamenti fisiologici in favore della salute. Al sole possiamo sperimentare la gioia, il benessere, la serenità, e il piacere fisico trova nel sole la sua origine.

Per questo il sole è simbolo della gioia. È appurato che in estate siamo più felici che non durante l’inverno. È in estate che ci si abbandona alle trasgressioni, alle passioni, favorite dal caldo, dall’abbigliamento leggero che lascia respirare la pelle.

Se la primavera è presa come simbolo della rinascita della procreazione, degli accoppiamenti fecondi, l’estate è la stagione dell’edonismo, dell’affinarsi dei sensi, dei suoi piaceri, della trasgressione. I freni morali vengono inibiti, nascono facilmente nuovi amori, c’è un nuovo abbandonarsi alla pulsione della vita che il sole stimola con tutta la sua forza. Noi rispecchiamo l’energia del sole con i nostri gesti, con i nostri atteggiamenti e comportamenti. Quando ci lasciamo invadere dall’energia del sole e fluiamo con essa, solo allora possiamo sentirci in armonia con l’universo.

Stare al sole favorisce la salute:

benefici psichici:

dovuti da una maggiore quantità e luminosità di ore di luce e dalla possibilità di vivere più a lungo all’aperto;
stimola la produzione di endorfine, gli ormoni della felicità, favorendo il buonumore;

benefici fisici:

il sole disinfetta la pelle;
stimola la produzione di vitamina D indispensabile per fissare il calcio nelle ossa;
fa scomparire i dolori reumatici;
dona un meraviglioso colore bruno alla pelle;
ricarica energeticamente tutti i nostri organi in particolar modo i reni.
Stare al sole favorisce la salute, MA… può anche far male:

Attenzione però, perché il sole potrebbe diventare un nemico e creare danni alla salute se l’esposizione è fatta nelle ore più calde della giornata.

Danni dovuti ad una prolungata esposizione nelle ore troppo calde della giornata:

scottature, arrossamenti e ustioni in varie zone del corpo;
mal di testa;
danni agli occhi dovuto alla luminosità troppo alta e al riverbero dell’acqua e della sabbia bianca;
stanchezza, spossatezza;
disidratazione del corpo e della pelle;
invecchiamento precoce della pelle.
Quindi, se vogliamo avere tutti i benefici del sole e nessun danno, è meglio evitare di esporsi al sole dalle 11 alle 16.30 (ora legale).

SALE

È indiscusso che l’acqua di mare faccia bene alla salute:

il suo sale disinfetta e apre i pori della pelle;
asciuga il corpo facendo perdere i liquidi in eccesso;
ed infine lo sbalzo termico tonifica e da una sferzata di energia al corpo.
SABBIA

Anche la sabbia ci regala un meraviglioso massaggio ai piedi semplicemente camminandoci sopra, sia che sia bagnata o che sia asciutta. E se si ha a disposizione della sabbia fine, si può fare un meraviglioso massaggio con olio di sesamo e sabbia. Prima ti ungi tutto il corpo con abbondante olio, poi ti siedi sulla sabbia calda ne prendi qualche manciata e cominci a massaggiarti fin tanto che l’olio non è assorbito completamente. Infine un tuffo in mare per ripulirti dalla polvere e rinfrescarti. Prova. È piacevolissimo e la pelle rimane morbida elastica levigata e meravigliosamente pulita.